Pubblicazione | COSE DI CASA web

Posted on febbraio 23, 2018 Under notizie

Tratto dal sito cosedicasa.it

Stile industriale e suggestioni vintage nell’ex laboratorio trasformato in loft, con un livello in più ricavato con recupero del sottotetto.

Protagonisti il riciclo creativo di vecchi arredi trovati nei mercatini, le soluzioni hand-made e i quadri realizzati dal proprietario.

Un piccolo ex laboratorio è stato oggetto di un progetto di trasformazione che aveva come obiettivo la realizzazione di una residenza per una giovane coppia. L’edificio presentava caratteristiche interessanti da un punto di vista storico: oltre ad avere una facciata insolita e graziosa (vincolata dal piano regolatore), aveva anche una grossa “R” bianca dipinta accanto al portone, frutto della storia recente. Durante il secondo conflitto mondiale, infatti, queste indicazioni sui portoni comunicavano l’esistenza di rifugi antiaerei, aiutando i passanti ad individuare luoghi sicuri, sparsi per la città, in caso di attacco. Le cantine molto spaziose e profonde erano infatti adoperate in questo modo in caso di necessità. Il risultato è un loft con un nuovo livello sottotetto. La missione affidata dalla proprietà è stata quella di preservare questi elementi storici e mantenere all’interno uno stile dal sapore industriale: per questo motivo fondamentali sono state la scelta di materiali che esteticamente sposassero questa linea, il recupero degli elementi architettonici riutilizzabili e l’inserimento di arredi e complementi vintage. Da un punto di vista tecnico, l’intervento è stato possibile grazie alla rilevante altezza che l’edificio possedeva in origine, che ha consentito la demolizione dei plafoni voltati esistenti e la realizzazione di un nuovo solaio di interpiano. Questa operazione ha consentito il recupero del sottotetto secondo quanto prevede la normativa. Le strutture di copertura sono state riviste interamente ed è stato previsto l’inserimento di nuove aperture, finestre per tetti (Velux) su lato strada e abbaini sul lato interno del cortile, per garantire luce naturale al primo livello. È inoltre stato completamente rivisto il piano terra e disegnato il nuovo primo piano prima inesistente, in precedenza sottotetto non abitabile. Tutti gli impianti sono stati realizzati ex novo.